Google Destinations: novità in casa Google che mira al monopolio del travel mobile

Oggi finalmente l’ho vista. Sto parlando di Google Destinations, la piattaforma accessibile solo da mobile con cui Google cercherà di aiutare gli utenti a organizzare e prenotare i loro prossimi viaggi direttamente online.

Una nuova funzione Google che preannuncia un po di paura perchè in breve tempo potrebbe ridefinire tutto il marketing digitale turistico, cancellando i risultati organici dalla SERP e limitare drasticamente la visibilità degli hotel ma sopratutto delle OTA ( tripadvisor, Expedia, ecc ecc..)

Come funziona Google Destinations

Il servizio è ancora in beta test e non è disponibile per tutti è comparso a Matthew Barker dell’azienda I&I Travel Media, che ha subito fatto un articolo a riguardo su Tnooz.

 

Nel sul articolo Matthew ha semplicemente digitato sul suo smartphone una ricerca generica sui viaggi e invece dei soliti risultati di ricerca, ha visto comparire Google Destinations in  una schermata che lo metteva a conoscenza di alcune destinazioni correlate, con indicazioni generiche sul costo del volo e dell’hotel.

Google Destinations

 

Selezionando semplicemente “more destinations” puoi filtrare le destinazioni in base ai propri interessi (arte, cultura, pesca, divertimento, ecc).

Google destinations

More